Perché si chiamano “Giorni della merla”?

Gli ultimi tre giorni di gennaio (29, 30 e 31) sono chiamati giorni della merla, i più freddi dell’anno. Una delle leggende più note, con diverse varianti regionali a seconda delle regioni, racconta che l’unica merla rimasta, a causa del freddo, aveva le piume bianche e soffici. A causa del gelo rischiava, però, di morire, così si riparò sul comignolo di una casa dove, oltre al calore, trovò anche la fuliggine che la fece diventare nera.

La leggenda racconta che, poiché era l’unica merla rimasta, da allora tutti i merli sono neri.

Curiosità: da decenni durante i giorni della merla le temperature non sono eccessivamente rigide.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *